Posts Taged teatro-romano

Spoleto

49-1-filippo-lippi-storie-della-vergine-incoronazioneE' stata una città umbra,una colonia romana, la capitale del Ducato Longobardo e un libero comune di grande importanza. Conoscere Spoleto vuol dire conoscere la storia dell’Umbria e studiarla su un libro a cielo aperto. L’itinerario è pensato per chi vuol avere un primo approccio con questa città visitandone i luoghi più noti:il Ponte delle Torri, i resti del teatro romano, l'arco di Druso e il magnifico duomo di epoca romanica.

Per il punto di partenza dell'itinerario si terrà conto del luogo di arrivo del gruppo

 

Il percorso permetterà di vedere

  • Ponte delle Torri in realtà un acquedotto, di  origine medievali su preesistenze romane, è realizzato in calcare locale. E' lungo 230 m e alto 80.
  • Rocca (esterno) Edificata a partire dal 1359, fa parte di una serie di rocche volute da Papa Innocenzo VI per ristabilire l’autorità del Pontefice nei territori dell’Italia centrale facenti parte dello Stato della Chiesa. Carcere di Massima sicurezza fino agli anni '80 del secolo scorso, dopo un accurato restauro è ora visitabile. Ospita il Museo Nazionale del Ducato di Spoleto.
  • Duomo dedicato a Santa Maria Assunta. Ricostruito dopo le devastazioni seguite all'assedio di Federico Barbarossa, presenta una facciata in stile romanico con un grandioso mosaico a fondo oro datato 1207. Al suo interno, nell'abside, ciclo di affreschi di Filippo Lippi realizzato tra 1467 e 1469. Di grande importanza il crocifisso di Alberto Sotio datato 1187.
  • Arco di Druso segnava l'ingresso nell'antico foro cittadino. Edificato nel 23 a.c e dedicato a Druso Minore e Germanico. L'arco affianca un tempio trasformato in chiesa.
  • Chiesa di S. Ansano interamente ricostruita alla fine del '700 conserva, nella cripta dedicata a S.Isacco, un ciclo di affreschi del XII secolo.
  • Teatro romano (da fuori) il teatro venne edificato su una terrazza artificiale nella seconda metà del I sec a. C. La cavea ha un diametro di circa 70 m. Sull'edificio scenico venne edificata nel medioevo la chiesa di Sant'Agata. Il teatro è compreso all'interno del Museo Archeologico Nazionale.

Per approfondire

Museo Archeologico Nazionale raccoglie materiale che documenta la storia della città, dalla formazione alla fase romana. Di recente allestimento la sezione con gli straordinari reperti di VII sec. a.C. provenienti dallo scavo della necropoli di Piazza d’Armi indagata tra il 2008 e il 2011.

Museo Nazionale del Ducato di Spoleto nasce per documentare la storia del Ducato, fondato da Faroaldo I poco dopo l'ingresso dei Longobardi in Italia nel 568. Propone una scelta di materiali che documentano la storia del territorio spoletino tra IV e XV secolo.

Museo Diocesano vi si accede dal cortile del Palazzo Arcivescovile. Ospita una vasta raccolta di opere, principalmente di produzione locale, che vanno dal XIII al XIX secolo.

 

Read More