Posts Taged scuole

Museo Archeologico Nazionale di Spoleto

Il museo ha sede all'interno dell'ex monastero di Sant'Agata, nell’area occupata in epoca romana dal teatro. La chiesa una delle più antiche della città, occupa scena del teatro.
Inaugurato nel 1985 e articolato su più livelli documenta la storia cittadina attraverso una serie di interessanti reperti frutto degli scavi effettuati nel corso dei secoli.
Nella prima parte del percorso espositivo viene documentata la storia di Spoleto dalle prime attestazioni della presenza umana nell’area della rocca e del centro storico nell’età del bronzo fino allo sviluppo dell’insediamento nella fase umbra. Quest’ultimo è testimoniato soprattutto dai ricchi corredi di VII-VI sec. a.C. della necropoli di Piazza d’Armi.
Al piano superiore sono esposti reperti provenienti dalla Valnerina, un territorio che fu sempre in stretto rapporto con Spoleto.
Si passa poi alla sezione dedicata all’illustrazione del teatro romano databile al I sec. a.C e visitabile solo accedendo al museo. E’ qua esposto il materiale recuperato durante gli scavi degli anni Cinquanta del Novecento.
Di recente allestimento anche una sezione con gli straordinari reperti di VII sec. a.C., provenienti dallo scavo necropoli di Piazza d’Armi e effettuato tra il 2008 e il 2011.

Read More

Giochi didattici e laboratori

WP_20170406_11_21_22_Pro

La città e le sue forme: arte, storia e geometria a spasso per la città

  • Destinatari dalla prima alla quinta
  • Luogo Foligno, Spello, Perugia (a scelta)
  • Attività Visita guidata della città condotta con attività didattiche e piccoli laboratori da fare sul posto (osservazioni, collages, disegni).
  • FOCUS storia della città, forme architettoniche e decorative, forme geometriche    
WP_20150508_031

Una giornata come gli uomini primitivi...provare per credere

  • Destinatari dalla terza alla quinta
  • Luogo Centro di Educazione Ambientale San Mauro di Narco (o altri luoghi ritenuti idonei)
  • Attività Grande gioco didattico in cui si gioca a costruire, preparare il cibo, disegnare come degli antichi cavernicoli
  • FOCUS storia e preistoria,  la natura come risorsa per vivere, conoscere la natura e le proprie abilità   
h_foto-dottori-27dic2010-196

Orientiamoci.... in città

  • Destinatari quarta e  quinta
  • Luogo Perugia, Spoleto, Orvieto, Assisi
  • Attività Visita guidata della città condotta con cartine e attività di orientamento. Si andrà alla scoperta delle strade dei quartieri e di dettagli che rendono uniche le nostre città d'arte. 
  • FOCUS storia e sviluppo urbanistico della città, orientamento, bussola, carte e mappe   
Read More

Spello

Porta Venere

Porta Venere

Arroccata sulle pendici del Subasio Spello ha visto crescere costantemente il numero dei visitatori. Merito dei vicoli medievali perfettamente conservati, in cui passeggiare con tutta calma, circondati da fiori e da botteghe di prodotti locali. Ma Spello è anche molto di più.

L'itinerario ha inizio nella parte bassa della città, presso piazza Kennedy, e permette di visitare

  • Porta Consolare, recentemente restaurata, porta di accesso alla città di epoca romana. Si apre sulle mura di cinta di epoca augustea, visibili per un tratto di circa 800 m e considerate tra le meglio conservate d'Italia.
  • Cappella Tega (esterno), già della Compagnia dei Disciplinati di San'Anna, conserva affreschi della seconda metà del 1400.
  • Chiesa di Santa Maria Maggiore Fondata nell'XI-XII secolo e più volte rimaneggiata. Famosa perché al suo interno si trova la Cappella Bella, voluta da Troilo Baglioni nel 1500 e affrescata dal Pinturicchio. Sono visibili anche due affreschi del Perugino.
  • Chiesa di Sant’Andrea, sede di una delle prime comunità dei frati Francescani, conserva al suo interno un magnifico crocifisso di scuola giottesca e una tavola iniziata dal Pinturicchio e portata a termine da Eusebio da San Giorgio.
  • Porta Venere porta di epoca romana, frutto di una ricostruzione piuttosto fedele negli anni quaranta del secolo scorso. E' la più interessante della città e si apre in direzione di Villa Fidelia, un tempo sede del santuario federale degli Umbri.

 

L’itinerario è percorribile in 2 ore circa (è possibile adattare il tempo di visita alle esigenze del gruppo)

PER APPROFONDIRE (il costo della visita guidata non copre i biglietti di ingresso ad eventuali musei)

MUSEI

  • Mosaici della Villa romana di Sant'Anna scoperti nel 2005 a seguito di lavori per la realizzazione di un'opera pubblica, i mosaici appartengono ad una villa romana, probabilmente di epoca tardo imperiale. La qualità e ricchezza dei mosaici fanno pensare che la villa appartenesse ad un personaggio eminente dell'epoca, forse un senatore.
  • Pinacoteca raccoglie testimonianze artistiche principalmente di produzione locale comprese tra i secoli XIII e XVIII. Di notevole interesse la Madonna con Bambino attribuita al Pinturicchio.

 

DINTORNI

  • Villa Fidelia edificio cinquecentesco, con ampio parco e giardino all'italiana, costruito sul sito di un importante santuario di epoca pre-romana. La villa venne ampliata nel Settecento e ancora nell'Ottocento. Nel 1927 la parte più antica della villa venne acquistata dalle suore Suore Missionarie d'Egitto, cui tutt'ora appartiene. La palazzina settecentesca custodisce, invece, la collezione Coppa. La sezione dedicata agli artisti moderni e contemporanei comprende, tra l'altro, opere di Gerardo Dottori, Ligabue, Manzù e Guttuso.

 

Read More