Posts Taged rinascimento

Città di Castello

“L’aspetto del paese è bellissimo: immagina un immenso anfiteatro quale soltanto la natura può creare. (…) Il terreno si innalza così dolcemente e con una pendenza quasi insensibile che, mentre ti sembra di non essere salito sei già in cima. Alle spalle hai l’Appennino. (…)”
Plinio in Giovane

Anche se dell’antica Tifernum Tiberinum restano pochissime tracce, la città moderna si presenta con le medesime caratteristiche. Una città in cui passeggiare è piacevolissimo e in cui ammirare senza fatica edifici medievale e palazzi rinascimentali.

La vita guidata, della durata di due ore circa, prevede la visita del centro storico e dei seguenti monumenti

Duomo intitolato ai Santi Florido e Amanzio. Edificato a partire dall'XI secolo. All’interno conserva  cappelle e altari  commissionati dalle più importante famiglie della città. 

Palazzo Comunale (o dei Priori) E’ ancora oggi la sede del Municipio. La sua costruzione venne iniziata nel corso del Trecento. Nella Sala Maggiore sono conservate lapidi romane. Di fronte al Palazzo è la Torre Civica.

Palazzo del Podestà Edificio pubblico di grande valore architettonico fu costruito da Angelo da Orvieto qualche anno dopo la realizzazione del Palazzo Comunale. Sulle lunette sopra i portali delle botteghe al pian terreno si intravedono gli stemmi dei Podestà che governarono la città.

Chiesa di San Francesco consacrata nel 1291 ha subito nel corso dei secoli numerose ristrutturazioni. Nella chiesa e possibile ammirare la cappella Vitelli costruita verso la metà del 1500 su disegno di Giorgio Vasari. In questa chiesa si trovava lo Sposalizio della Vergine (oggi sostituito da una copia), dipinto da Raffaello nel 1504 ed oggi conservato alla Pinacoteca di Brera.

Chiesa di San Domenico la monumentale chiesa domenicana fu iniziata nel XIV secolo e terminata nel 1424. La facciata è incompiuta. La chiesa conserva all’interno numerosi affreschi quattrocenteschi.

Per approfondire

Per lo sviluppo della città fu fondamentale la signoria della famiglia Vitelli, che ne plasmò l’assetto urbanistico e monumentale. La famiglia Vitelli lasciò infatti un segno indelebile su Città di Castello grazie alla costruzione di quattro palazzi di famiglia ospitati in ognuno dei quartieri: Palazzo Vitelli alla Cannoniera, Palazzo Vitelli, Palazzo Vitelli in Sant’Egidio, Palazzo Vitelli in Piazza detto anche all’Abbondanza. 

Agli amanti dell'arte contemporanea ricordiamo che la città ospita la più importante raccolta di opere di Alberto Burri, nato proprio a Città di Castello.  Una parte della collezione è ospita a Palazzo Albizzini mentre le opere di maggiori dimensioni sono state collocate negli ex Seccatoi del Tabacco.

Read More

Galleria Nazionale dell’Umbria Perugia

La Galleria Nazionale dell’Umbria, ospitata all'interno del Palazzo dei Priori a Perugia, occupa una superficie complessiva di circa 4.000 mq ed è strutturata in un percorso espositivo sviluppato in 40 sale.

Conserva opere di capitale importanza per la storia dell’arte, quali i dipinti di Duccio di Boninsegna, Gentile da Fabriano, Piero della Francesca, Beato Angelico, Perugino, Pietro da Cortona.

E’ possibile concordare una visita generica o percorsi di approfondimento su autori e periodi particolari.

Tempo di visita 2 ore circa

Read More

Foligno

Portale della Cattedrale

Portale della Cattedrale

Alcuni motivi per venire a visitare Foligno.

Di sicuro per il suo centro storico, arioso ed ordinato, costituito da palazzi prevalentemente di epoca rinascimentale e barocca.  Per le case e le chiese medievali, disseminate tra i vicoli del centro, preziose testimonianze di un passato di grandezza. Per le sue vie, che dopo la recente ripavimentazione, offrono l’opportunità di comode passeggiate tra palazzi storici e negozi.

L'itinerario si sviluppa all'interno del centro storico e prevede la visita a

  • Chiesa di Santa Maria Infraportas XI sec., deve il suo nome al fatto di essere collocata tra la cerchia muraria più antica e quella trecentesca.
  • Chiesa di San Domenico (esterno) fine XIII sec., attualmente adibito ad Auditorium, conserva al suo interno affreschi di carattere votivo della fine del '300- inizi '400.
  • Piazza della Repubblica, la piazza principale della città su cui si affacciano i più importanti edifici cittadini
  • Cattedrale, dedicata a San Feliciano, più volte rimaneggiata conserva un bellissimo portale dell'inizio del '200.
  • Palazzo Comunale (esterno) con la cui facciata neo classica domina la Piazza.
  • Palazzo Trinci (esterno e cortile) di proprietà della famiglia che governò la città a cavallo tra medioevo e rinascimento. Conserva al suo interno un meraviglioso ciclo di affreschi di Gentile da Fabriano.

 

L'itinerario è percorribile in 2 ore circa (è possibile adattare il tempo di visita alle esigenze del gruppo)

Per approfondire:

MUSEI

  • Palazzo Trinci e Museo della Città sede del Museo Archeologico e della Pinacoteca.
  • Museo della Stampa dedicato ad un'attività particolarmente fiorente nei secoli scorsi. In città venne stampata la prima copia a stampa della Divina Commedia di Dante Alighieri.
  • Museo Diocesano in cui sono racchiuse importanti testimonianza di arte sacra. Il biglietto di ingresso al museo consente la visita alla cripta della Cattedrale, XI sec, altrimenti non visitabile.

 

DINTORNI

  • Abbazia di Sassovio circa 6 km da Foligno, circondata da una lecceta secolare, l'abbazia costituisce una delle più interessanti emergenze artistiche della città.

 

Read More

Spello

Porta Venere

Porta Venere

Arroccata sulle pendici del Subasio Spello ha visto crescere costantemente il numero dei visitatori. Merito dei vicoli medievali perfettamente conservati, in cui passeggiare con tutta calma, circondati da fiori e da botteghe di prodotti locali. Ma Spello è anche molto di più.

L'itinerario ha inizio nella parte bassa della città, presso piazza Kennedy, e permette di visitare

  • Porta Consolare, recentemente restaurata, porta di accesso alla città di epoca romana. Si apre sulle mura di cinta di epoca augustea, visibili per un tratto di circa 800 m e considerate tra le meglio conservate d'Italia.
  • Cappella Tega (esterno), già della Compagnia dei Disciplinati di San'Anna, conserva affreschi della seconda metà del 1400.
  • Chiesa di Santa Maria Maggiore Fondata nell'XI-XII secolo e più volte rimaneggiata. Famosa perché al suo interno si trova la Cappella Bella, voluta da Troilo Baglioni nel 1500 e affrescata dal Pinturicchio. Sono visibili anche due affreschi del Perugino.
  • Chiesa di Sant’Andrea, sede di una delle prime comunità dei frati Francescani, conserva al suo interno un magnifico crocifisso di scuola giottesca e una tavola iniziata dal Pinturicchio e portata a termine da Eusebio da San Giorgio.
  • Porta Venere porta di epoca romana, frutto di una ricostruzione piuttosto fedele negli anni quaranta del secolo scorso. E' la più interessante della città e si apre in direzione di Villa Fidelia, un tempo sede del santuario federale degli Umbri.

 

L’itinerario è percorribile in 2 ore circa (è possibile adattare il tempo di visita alle esigenze del gruppo)

PER APPROFONDIRE (il costo della visita guidata non copre i biglietti di ingresso ad eventuali musei)

MUSEI

  • Mosaici della Villa romana di Sant'Anna scoperti nel 2005 a seguito di lavori per la realizzazione di un'opera pubblica, i mosaici appartengono ad una villa romana, probabilmente di epoca tardo imperiale. La qualità e ricchezza dei mosaici fanno pensare che la villa appartenesse ad un personaggio eminente dell'epoca, forse un senatore.
  • Pinacoteca raccoglie testimonianze artistiche principalmente di produzione locale comprese tra i secoli XIII e XVIII. Di notevole interesse la Madonna con Bambino attribuita al Pinturicchio.

 

DINTORNI

  • Villa Fidelia edificio cinquecentesco, con ampio parco e giardino all'italiana, costruito sul sito di un importante santuario di epoca pre-romana. La villa venne ampliata nel Settecento e ancora nell'Ottocento. Nel 1927 la parte più antica della villa venne acquistata dalle suore Suore Missionarie d'Egitto, cui tutt'ora appartiene. La palazzina settecentesca custodisce, invece, la collezione Coppa. La sezione dedicata agli artisti moderni e contemporanei comprende, tra l'altro, opere di Gerardo Dottori, Ligabue, Manzù e Guttuso.

 

Read More

Perugia

PerugiaPerugia sono molte città in una. Ogni epoca ha lasciato una traccia, un monumento, un luogo in cui rivive un’epoca o in cui riemerge il suo glorioso passato. Quello che vi proponiamo è un giro classico attraverso i monumenti più famosi e noti. In questo itinerario ogni epoca è rappresentata consentendo un primo approccio alla città e alla sua storia.

 

  • PERUGIA Visita alla Rocca Paolina, Porta Marzia, Piazza Italia con affaccio panoramico, Corso Vannucci, Esterno del Palazzo dei Priori, Fontana Maggiore, Cattedrale, Arco Etrusco e risalita verso il centro attraverso via Cesare Battisti (percorrendo la quale è possibile ammirare un tratto delle mura etrusche e l'acquedotto dall'alto), Via Maestà delle Volte e ritorno al punto di partenza

 

Extra: Galleria Nazionale dell'Umbria, Museo Archeologico Nazionale, Pozzo Etrusco.

Read More