Posts Taged medioevo

Visita guidata alla Basilica di San Francesco ad Assisi

3Una visita guidata interamente dedicata alla Basilica di San Francesco ad Assisi.

Faremo un percorso storico artistico insieme ad alcuni tra i più grandi artisti italiani del medioevo: Cimabue, Giotto, Pietro Lorenzetti e Simone Martini e insieme a quegli artisti di cui non si conosce il nome e che vengono  definiti genericamente "maestri".

Verranno presentate le storie della Vita di San Francesco, ne ammireremo la bellezza e parleremo dei messaggi nascosti tra le pieghe del colore. Non mancheranno riferimenti agli artisti stranieri che hanno influenzato con il loro stile la pittura locale, e  alle peculiarità del cantiere messo in piedi per la costruzione della grande Basilica.

Read More

Città di Castello

“L’aspetto del paese è bellissimo: immagina un immenso anfiteatro quale soltanto la natura può creare. (…) Il terreno si innalza così dolcemente e con una pendenza quasi insensibile che, mentre ti sembra di non essere salito sei già in cima. Alle spalle hai l’Appennino. (…)”
Plinio in Giovane

Anche se dell’antica Tifernum Tiberinum restano pochissime tracce, la città moderna si presenta con le medesime caratteristiche. Una città in cui passeggiare è piacevolissimo e in cui ammirare senza fatica edifici medievale e palazzi rinascimentali.

La vita guidata, della durata di due ore circa, prevede la visita del centro storico e dei seguenti monumenti

Duomo intitolato ai Santi Florido e Amanzio. Edificato a partire dall'XI secolo. All’interno conserva  cappelle e altari  commissionati dalle più importante famiglie della città. 

Palazzo Comunale (o dei Priori) E’ ancora oggi la sede del Municipio. La sua costruzione venne iniziata nel corso del Trecento. Nella Sala Maggiore sono conservate lapidi romane. Di fronte al Palazzo è la Torre Civica.

Palazzo del Podestà Edificio pubblico di grande valore architettonico fu costruito da Angelo da Orvieto qualche anno dopo la realizzazione del Palazzo Comunale. Sulle lunette sopra i portali delle botteghe al pian terreno si intravedono gli stemmi dei Podestà che governarono la città.

Chiesa di San Francesco consacrata nel 1291 ha subito nel corso dei secoli numerose ristrutturazioni. Nella chiesa e possibile ammirare la cappella Vitelli costruita verso la metà del 1500 su disegno di Giorgio Vasari. In questa chiesa si trovava lo Sposalizio della Vergine (oggi sostituito da una copia), dipinto da Raffaello nel 1504 ed oggi conservato alla Pinacoteca di Brera.

Chiesa di San Domenico la monumentale chiesa domenicana fu iniziata nel XIV secolo e terminata nel 1424. La facciata è incompiuta. La chiesa conserva all’interno numerosi affreschi quattrocenteschi.

Per approfondire

Per lo sviluppo della città fu fondamentale la signoria della famiglia Vitelli, che ne plasmò l’assetto urbanistico e monumentale. La famiglia Vitelli lasciò infatti un segno indelebile su Città di Castello grazie alla costruzione di quattro palazzi di famiglia ospitati in ognuno dei quartieri: Palazzo Vitelli alla Cannoniera, Palazzo Vitelli, Palazzo Vitelli in Sant’Egidio, Palazzo Vitelli in Piazza detto anche all’Abbondanza. 

Agli amanti dell'arte contemporanea ricordiamo che la città ospita la più importante raccolta di opere di Alberto Burri, nato proprio a Città di Castello.  Una parte della collezione è ospita a Palazzo Albizzini mentre le opere di maggiori dimensioni sono state collocate negli ex Seccatoi del Tabacco.

Read More

I luoghi di Santa Rita da Cascia

Un itinerario pensato per conoscere Santa Rita, santa molto amata dalla gente.

Il percorso prevede la visita di Cascia, con la chiesa di Santa Maria, dove Rita ha ricevuto il battesimo, la chiesa di San Francesco, il convento in cui ha vissuto e la Basilica a lei dedicata.

Poi ci sposteremo a Roccaporena, suo paese natale, dove la santa ha vissuto fino alla morte del marito e alla sua entrata in clausura. Qui visiteremo la sua casa natale, la casa in cui ha vissuto la sua vita da sposa e da madre, il suo orto e, su richiesta del gruppo, lo scoglio in cui si ritirava in preghiera.

IMPORTANTE

A causa dei danni provocati dal terremoto del 2016 alcuni luoghi proposti nell'itinerario non sono più accessibili o lo sono solo parzialmente. Pertanto la visita guidata nella città di Cascia si limiterà alla Basilica di Santa Rita e al chiostro dell'adiacente monastero. 

Resta invariato l'itinerario a Roccaporena

Read More

Galleria Nazionale dell’Umbria Perugia

La Galleria Nazionale dell’Umbria, ospitata all'interno del Palazzo dei Priori a Perugia, occupa una superficie complessiva di circa 4.000 mq ed è strutturata in un percorso espositivo sviluppato in 40 sale.

Conserva opere di capitale importanza per la storia dell’arte, quali i dipinti di Duccio di Boninsegna, Gentile da Fabriano, Piero della Francesca, Beato Angelico, Perugino, Pietro da Cortona.

E’ possibile concordare una visita generica o percorsi di approfondimento su autori e periodi particolari.

Tempo di visita 2 ore circa

Read More

Alla tavola del monaco

Alla tavola del monaco” è un itinerario pensato per unire cibo e arte.

L’itinerario ha inizio con la visita all’abbazia di San Pietro in Valle presso Ferentillo in Valnerina, edificata nell’ VIII secolo da Faroaldo II, duca longobardo di Spoleto. 

Proseguiremo per l’abbazia di San Felice, gioiello del romanico umbro, che deve la sua fondazione all’arrivo dalla Siria dei Santi Mauro e Felice nel corso del VI sec. IMPORTANTE: attualmente la chiesa del monastero è chiusa per restauri resi necessari dal sisma del 2016. LA visita si limiterà, pertanto, agli esterni.

Qui effettueremo una degustazione guidata di alcuni cibi tipici dei monasteri medievali. Il ristorante in cui ci fermeremo è, infatti, ospitato nella parte più antica del complesso monastico. I piatti che verranno proposti sono adattamenti di ricette medievali e prevedono l’impiego di prodotti esclusivamente locali e varietà tipiche della zona.

Ogni pietanza verrà accompagnata da una spiegazione, che ne illustrerà gli ingredienti e il ruolo all'interno della dieta monastica medievale.

Read More

Assisi al tempo di Francesco

L’itinerario si sviluppa avendo come riferimento la città al tempo di San Francesco (XII-XIII) sec. Visiteremo i monumenti che sicuramente Francesco vedeva tutti i giorni e quelli che in quegli anni stavano prendendo forma. 

Concluderemo la visita nella Basilica a lui dedicata e in cui sono custodite le sue spoglie.

La vista inizia presso la chiesa di Santa Chiara e permetterà la visita di

  • Oratorio San Francesco Piccolino sorto nel luogo in cui, secondo la tradizione, nacque Francesco
  • Chiesa Nuova che custodisce la casa paterna e il c.d Carcere, dove venne rinchiuso dal padre
  • Piazza del Comune e Santa Maria Sopra Minerva
  • Duomo di San Rufino
  • Basilica di San Francesco

La visita avrà la durata di due ore e mezza circa, ma sarà possibile adattarla alle esigenze del gruppo

Per approfondire

NEI DINTORNI

Basilica di Santa Maria degli Angeli con la Porziuncola, restaurata dallo stesso Francesco e chiesa a lui carissima

Eremo delle Carceri luogo di preghiera e meditazione dove spesso Francesco si ritirava

Read More

Bevagna

Passeggiare per Bevagna significa immergersi in un lontano passato. Significa scoprire, nascosti nella città medievale, i resti della città romana. Significa ritrovarsi in un’atmosfera fuori dal tempo, nel mezzo del tipico paesaggio umbro, dove passato e presente convivono magnificamente.

L'itinerario si snoda nel centro storico della città e prevede la visita a

  • Chiesa di San Francesco, sul punto più alto della città, forse l'antica acropoli, custodisce la pietra su cui, secondo la leggenda, il Santo predicò agli uccelli.
  • Chiesa di Santa Maria della neve (esterno), uno dei 4 templi romani trasformati in chiesa in Umbria
  • Palazzo dei Consoli (esterno) della fine del XIII sec., attualmente ospita il Teatro Torti.
  • Chiesa di San Silvestro del 1195, autentico gioiello del romanico umbro.
  • Chiesa di San Michele Arcangelo di poco posteriore alla chiesa di San Silvestro e realizzata dallo stesso architetto.
  • Chiesa dei SS. Domenico e Giacomo (esterno) edificata alla fine del '200 su un oratorio donato dal Comune al beato Giacomo Bianconi.

L'itinerario è percorribile in 2 ore circa (è possibile adattare il tempo di visita alle esigenze del gruppo).

Per approfondire

MUSEI (Il costo della visita guidata non copre gli ingressi ai musei)

  • Mosaici delle terme (II sec. d.c), fa  parte del sistema museale cittadino. Di questo complesso sono stati scavati 4 ambienti. Il vano principale presenta un ricco pavimento a mosaico bianco e nero a soggetto marino. Con il biglietto è possibile accedere anche al Museo Civico.
  • Circuito museale delle Botteghe Medievali, collegato alla manifestazione Mercato dell Gaite, permette al vista a 4 botteghe medievali fedelmente ricostruite.

 

Read More

Foligno

Portale della Cattedrale

Portale della Cattedrale

Alcuni motivi per venire a visitare Foligno.

Di sicuro per il suo centro storico, arioso ed ordinato, costituito da palazzi prevalentemente di epoca rinascimentale e barocca.  Per le case e le chiese medievali, disseminate tra i vicoli del centro, preziose testimonianze di un passato di grandezza. Per le sue vie, che dopo la recente ripavimentazione, offrono l’opportunità di comode passeggiate tra palazzi storici e negozi.

L'itinerario si sviluppa all'interno del centro storico e prevede la visita a

  • Chiesa di Santa Maria Infraportas XI sec., deve il suo nome al fatto di essere collocata tra la cerchia muraria più antica e quella trecentesca.
  • Chiesa di San Domenico (esterno) fine XIII sec., attualmente adibito ad Auditorium, conserva al suo interno affreschi di carattere votivo della fine del '300- inizi '400.
  • Piazza della Repubblica, la piazza principale della città su cui si affacciano i più importanti edifici cittadini
  • Cattedrale, dedicata a San Feliciano, più volte rimaneggiata conserva un bellissimo portale dell'inizio del '200.
  • Palazzo Comunale (esterno) con la cui facciata neo classica domina la Piazza.
  • Palazzo Trinci (esterno e cortile) di proprietà della famiglia che governò la città a cavallo tra medioevo e rinascimento. Conserva al suo interno un meraviglioso ciclo di affreschi di Gentile da Fabriano.

 

L'itinerario è percorribile in 2 ore circa (è possibile adattare il tempo di visita alle esigenze del gruppo)

Per approfondire:

MUSEI

  • Palazzo Trinci e Museo della Città sede del Museo Archeologico e della Pinacoteca.
  • Museo della Stampa dedicato ad un'attività particolarmente fiorente nei secoli scorsi. In città venne stampata la prima copia a stampa della Divina Commedia di Dante Alighieri.
  • Museo Diocesano in cui sono racchiuse importanti testimonianza di arte sacra. Il biglietto di ingresso al museo consente la visita alla cripta della Cattedrale, XI sec, altrimenti non visitabile.

 

DINTORNI

  • Abbazia di Sassovio circa 6 km da Foligno, circondata da una lecceta secolare, l'abbazia costituisce una delle più interessanti emergenze artistiche della città.

 

Read More

Spello

Porta Venere

Porta Venere

Arroccata sulle pendici del Subasio Spello ha visto crescere costantemente il numero dei visitatori. Merito dei vicoli medievali perfettamente conservati, in cui passeggiare con tutta calma, circondati da fiori e da botteghe di prodotti locali. Ma Spello è anche molto di più.

L'itinerario ha inizio nella parte bassa della città, presso piazza Kennedy, e permette di visitare

  • Porta Consolare, recentemente restaurata, porta di accesso alla città di epoca romana. Si apre sulle mura di cinta di epoca augustea, visibili per un tratto di circa 800 m e considerate tra le meglio conservate d'Italia.
  • Cappella Tega (esterno), già della Compagnia dei Disciplinati di San'Anna, conserva affreschi della seconda metà del 1400.
  • Chiesa di Santa Maria Maggiore Fondata nell'XI-XII secolo e più volte rimaneggiata. Famosa perché al suo interno si trova la Cappella Bella, voluta da Troilo Baglioni nel 1500 e affrescata dal Pinturicchio. Sono visibili anche due affreschi del Perugino.
  • Chiesa di Sant’Andrea, sede di una delle prime comunità dei frati Francescani, conserva al suo interno un magnifico crocifisso di scuola giottesca e una tavola iniziata dal Pinturicchio e portata a termine da Eusebio da San Giorgio.
  • Porta Venere porta di epoca romana, frutto di una ricostruzione piuttosto fedele negli anni quaranta del secolo scorso. E' la più interessante della città e si apre in direzione di Villa Fidelia, un tempo sede del santuario federale degli Umbri.

 

L’itinerario è percorribile in 2 ore circa (è possibile adattare il tempo di visita alle esigenze del gruppo)

PER APPROFONDIRE (il costo della visita guidata non copre i biglietti di ingresso ad eventuali musei)

MUSEI

  • Mosaici della Villa romana di Sant'Anna scoperti nel 2005 a seguito di lavori per la realizzazione di un'opera pubblica, i mosaici appartengono ad una villa romana, probabilmente di epoca tardo imperiale. La qualità e ricchezza dei mosaici fanno pensare che la villa appartenesse ad un personaggio eminente dell'epoca, forse un senatore.
  • Pinacoteca raccoglie testimonianze artistiche principalmente di produzione locale comprese tra i secoli XIII e XVIII. Di notevole interesse la Madonna con Bambino attribuita al Pinturicchio.

 

DINTORNI

  • Villa Fidelia edificio cinquecentesco, con ampio parco e giardino all'italiana, costruito sul sito di un importante santuario di epoca pre-romana. La villa venne ampliata nel Settecento e ancora nell'Ottocento. Nel 1927 la parte più antica della villa venne acquistata dalle suore Suore Missionarie d'Egitto, cui tutt'ora appartiene. La palazzina settecentesca custodisce, invece, la collezione Coppa. La sezione dedicata agli artisti moderni e contemporanei comprende, tra l'altro, opere di Gerardo Dottori, Ligabue, Manzù e Guttuso.

 

Read More

Todi

 

La forma della città di Todi ricorda la forma della regione Umbria: così come l’Umbria è il “cuore verde d’Italia” Todi è il “cuore verde” di questa regione. Città di grande importanza in epoca antica in virtù della sua posizione, proprio a confine tra mondo etrusco e mondo umbro, è visibile oggi nel suo aspetto medievale conservato quasi inalterato fino ai giorni nostri. La piazza principale, su cui si affacciano i principali monumenti cittadini, è considerata una delle  più belle d’Italia.

La visita ha inizio presso il parcheggio degli autobus da cui si raggiunge il centro con la funicolare. L'itinerario prevede

  • Chiesa di San Fortunato iniziata alla fine del '200, sul luogo di una costruzione preesistente, la chiesa venne realizzata con il contributo del Comune a sottolineare l'importanza dell'insediamento dei Frati Minori in città. Custodisce le spoglie di San Fortunato, vescovo e martire, protettore della città e di Jacopone da Todi.
  • Piazza del Popolo antico foro della città romana, considerata una delle piazze più belle d'Italia, vi si affacciano i principali edifici pubblici cittadini e la Cattedrale.
  • Palazzo del Popolo (esterno) uno dei più antichi palazzi pubblici italiani, il Palazzo è anche detto del Comune. Nasce, forse, come sede del Podestà ed era originariamente orientato verso l'odierna Piazza Garibaldi. Venne poi ampliato nel 1213 per accogliere le riunioni del Consiglio cittadino con l'ala che affaccia sulla piazza principale.
  • Palazzo del Capitano del Popolo (esterno) detto anche Palazzo Nuovo, venne edificato alla fine del '200. Unito tramite una grande scalinata al Palazzo del Capitano del Popolo, formano attualmente un unico complesso sede del Municipio e dei Musei Comunali.
  • Cattedrale dedicata a Santa Maria Assunta, venne edificata a partire dal XII secolo sul sito di un edificio di epoca romana. Particolarmente importante il portone ligneo, con i quattro pannelli superiori del '500 e i sei pannelli inferiori del'600. L'interno conserva l'impianto romanico. In controfacciata Giudizio Universale di Ferraù Fenzoni. Sospeso sopra l'altare un crocifisso dipinto su tavola della metà del XIII secolo.

L’itinerario è percorribile in 2 ore circa (è possibile adattare il tempo di visita alle esigenze del gruppo)

Per approfondire

MUSEI

  • Museo Pinacoteca comprende il Museo Archeologico (con una ricca collezione numismatica) e la Pinacoteca cittadina.
  • Cisterne Romane di Piazza del Popolo, unica parte visibile di un vasto complesso sotterraneo che garantiva l'approvvigionamento idrico della città, sono un raro esempio di ingegneria idraulica romana.

NEI DINTORNI

  • Santa Maria della Consolazione sorge ai piedi del colle di Todi, lungo la strada per Orvieto. La chiesa venne edificata tra Cinquecento e Seicento sul sito di una cappella in cui era presente un affresco con la Madonna e Santa Caterina d'Alessandria e presso la quale erano avvenute alcune guarigioni miracolose. Il tempio, a pianta centrale, viene considerato uno degli esempi più significativi di arte rinascimentale in Umbria e in Italia.

 

 

 

Read More